STEFANO CAGOL

Stefano Cagol è nato a Trento nel 1969, si è diplomato all' Accademia di Brera,a Milano, e ha ricevuto una borsa di studio post laurea presso la Ryerson University di Toronto. Nel suo libro più recente, pubblicato nel 2019, "Art, theory and practice in the Athropocene" Julie Reiss (Chrisitie's NYC) ha seletto il suo lavoro come uno dei tre più importanti tra quanti hanno fatto uso di ghiaccio proveniente dai ghiacciai. Nel 2019 prenderà parte alla mostra per il 30° anniversario dello ZKM di Karlsruhe, intitolata "Writing the history of the future”. Nel 2018 ha partecipato alla OFF Biennale Cairo e nel 2017 alla mostra in occasione del COP23, la conferenza internazionale sui cambiamenti climatici, presso il Ministero dell’ambiente tedesco, a Berlino (il suo lavoro è anche entrato a far parte della collezione del Ministero). Ha partecipato a Manifesta 11 a Zurigo, allae 55 Biennale di Venezia nel 2013 (invitato dal Padigione delle Maldive), alla 54a Biennale di Venezia con un evento personale collegato, alla 4a Biennale di Berlino con un progetto speciale ed alla 1a Biennale di Singapore nel 2006. Nel 2014-2015 il suo progetto personale "The Body of Energy (of the mind)” è stato presentato al Museo MAXXI di Roma, al Madre di Napoli, al Maga di Gallarate, al Museion di Bolzano, alla Kunsthalle di San Gallo (CH), allo ZKM di Karlsruhe ed al Museo Folkwang di Essen. Tra gli altri, ha ricevuto il pemio Visit della Innogy Foundation (Germania, 2014) e il premio Terna per l’arte contemporanea (2009). Ha preso parte a numerose residenze artistiche: Cambridge Sustainability Residency; Air Bergen; Vir - Viafarini in residence a Milano; BAR International a Kirkenes; International Studio and Curatorial Program ISCP a New York; International Center of Photography a New York. 

Stefano Cagol
Iperoggetto (2019)
MA*GA, Gallarate (VA)

Una serie di grandi installazioni ambientali e immersive che l'artista ha realizzato negli ultimi anni.
Il titolo della mostra, curata da Alessandro Castiglioni, fa riferimento al recente libro del filosofo americano Timothy Morton.

CREDITI
Regia: Liliana Carugati, Lorenzo Baldi
Fotografia: Liliana Carugati, Lorenzo Baldi
Montaggio: Lorenzo Baldi
Musiche: suoni dalle installazioni dell’autore, Sonoton
Girato nel 2019

TECNICA
Standard di produzione: rièrese UHD, montaggio HD 25p
Camera: Panasonic GH5 
Obiettivi: Sigma 18-35 f 1.8,, Panasonic 14-140 f 3.5-5.6
Supporti: Vinten, iFootage motion control
Codec: .mov 150 Mbs, Protes HQ
Postproduzione: Da Vinci resolve 15

Questo sito non fa uso di cookies
This site does not use cookies