Come spesso accade quando si disegna un logo,

L è l'iniziale dei nostri nomi: Lorenzo (Baldi) e Liliana (Carugati). Ambedue, appassionati di arte e architettura, con un interesse specifico per gli stili e i movimenti
derivati dall'avanguardia.

Liliana ha studiato arte e l'ha insegnata nelle scuole, mentre Lorenzo a volte pubblica dei testi su cataloghi o siti web. Dal 1983, per vivere, ci occupiamo di video
e comunicazione aziendale. Ma, dall'incontro con alcuni amici artisti, sono nati a volte dei video sul loro lavoro
e le loro mostre. Qui sono raccolti questi video.

 

Tutto comincia nel 1989, con Bonfire di Ale Guzzetti, mentre tra i video più recenti possiamo citare quello sulla significativa mostra di Franco Marrocco presso la Piccola sacrestia del Bramante in Santa Maria delle Grazie,
a
Milano.

Questo sito è stato creato con lo scopo di condividere
il nostro lavoro, incontrare nuovi amici e produrre nuovi filmati sull'arte e l'architettura.

 

Non siamo in alcun modo video-artisti, realizziamo documentari e video clips cercando di leggere analiticamente le opere e di mostrarle attraverso i nostri occhi e le nostre capacità tecniche.

 

E, proprio sul piano tecnico, i video appartengono a tutte
le ere geologiche della produzione video indipendente:
dall' U-matic al Betacam, fino all'acquisizione a stato solido in alta definizione e al 4K. Dal montaggio da nastro

a nastro, attraverso i primi  Avid Media Composer,

fino a Final Cut Pro X. Dalle telecamere tradizionali

a quelle inidirizzate verso il cinema elettronico.

 

Perciò la definizione e la qualità dei video è molto varia, così come lo è il loro stile, perchè ogni lavoro è stato creato a stretto contatto con l'artista, la galleria
o il committente istituzionale ed i loro specifici bisogni
di comunicazione.

 

Abbiamo anche pubblicato tre gallerie fotografiche:
una contiene immagini scattate nella galleria
Il luogo di Gauss, a Milano, che abbiamo contribuito
a fondare all'inizio degli anni '80; l'altra è dedicata
alle nostre foto di architettura. La terza riguarda l'attualità:

fotografie delle mostre e degli eventi che visitiamo, rigorosamente scattate con iPhone.