Mario Botta - Chiesa di S. Giovanni Battista

Mogno - Fusio (CH), 1986 - 1992

 

L'ARCHITETTO

Nato a Mendrisio, in Svizzera, nel 1943, Mario Botta
ha studiato architettura a Venezia. Durante gli studi
ha lavorato come assistente con Le Corbusier e, più tardi,
con Louis I. Kahn. Ha aperto il suo studio a Lugano,
in Svizzera, nel 1970.

I lavori di Botta si caratterizzano per il rispetto della topografia e delle tradizioni  locali e i suoi progetti,
in generale, pongono l'accento sull'ordine geometrico
e la qualiità artigianale.

Nei primi anni della sua carriera, Botta ha costruito
in Svizzera, conquistando una fama internazionale
con edifici come il Convento dei  Capuccini a Lugano,
il Centro Artigianale di Balerna e gli uffici della Staatsbank
a Friburgo.

Dagli anni '80, Botta  si è assicurato molte commesse internazionalied è annoverato tra i più importanti architetti su scala mondiale. E' considerato uno dei principali progettisti di chiese e musei..

Tra i suoi lavori, la Maison du livre, de l’image et du son
di Villeurbanne, (Francia, 1984-1988), Il Museo d'Arte Moderna di San Francisco (U.S., 1989-1995) la Cattedrale della Resurrezione a Evry (Francia, 1992-1995), il Centro Friedrich Dürrenmatt a Neuchâtel (Svizzera,1992-2000),
il  Mart – Museo d'Arte Moderna e Contemporanea
di Trento e Rovereto
  (Italia, 1988-2002), il Museo Samsung a Seul (Corea del Sud, 1995-2004), la Chiesa del Santo Volto a Torino (Italia, 2004-2006), il Museo Bechtler a Charlotte (U.S, 2010).

Accanto all'attività professionale, nello scorso decennio Mario Botta è stato visiting professor all'Ecole Polytechnic Federale a Losanna, (Svizzera).

Nel 1982, è entrato a far parte della Commissione Federale Svizzera per le Belle Arti e, nel 1983, è diventato membro onorario del Bund Deutscher Architeckten (BDA). L'American Institute of Architects (AIA) lo ha nominato membro onorario nel 1984. Oggi, Mario Botta continua
la sua attività accademica in Europa, Nord America
e America Latina.

 

LA CHIESA DI MOGNO
è costituita da strati alterni di pietra locale: marmo
di Peccia e granito di Riveo, scuro. Dopo molte discussioni,
la costruzione è diventata un'attrazione turistica, ben nota anche al di là dei confini nazionali.

La chiesa è priva di finestre; l'interno, nel quale trovano posto circa 15 persone, è illuminato solo dalla luce proveniente dal soffitto a vetrate.

 

Mogno è un borgo in Vallemaggia (Val Lavizzara),
a 1.180m, utilizzato dal XIX secolo solo con funzioni
di Maiensäss, ossia un rustico con annesso alpeggio.
Nel 1986 una valanga distrusse la chiesa ed una dozzina abbondante di case, fortunatamente disabitate.
Negli anni '90 l'architetto ticinese ricreò la piccola chiesa consacrata a Giovanni Battista.

 

SITO WEB: http://www.botta.ch

 

CREDITI

Regia: Liliana Carugati, Lorenzo Baldi

Fotografia: Lorenzo Baldi

Camera: Lorenzo Baldi

Montaggio: Liliana Carugati, Lorenzo Baldi

Musiche: Benjamin Starnberg, Hans Gehringer, Hansruedi Schenk - Archivio Sonoton

 

TECNICA

Standard di produzione: Ripresa UHD 25p,
Montaggo UHD 25p

Camera: Panasonic GH4
Ottiche: Sigma 16-35 mm f1,8, Tokina 11-16 mm f2,8, Nikkor 70-300 mm f4,5-5,6, Metabones Speedbooster

Supporti: Vinten

Registrazione: .mov H264 100 Mbps

Postproduzione: Final Cut Pro X